Africa, futuro del cibo

Un continente dalle potenzialità di sviluppo che si fanno sempre più concrete

Africa, futuro del cibo

E’ dai secoli successivi alla colonizzazione dell’Africa che questo continente è oggetto di problematiche politico-economiche che portano tutt’oggi ad una condizione di povertà diffusa: basti pensare che circa il 40% dei paesi africani sono agli ultimi posti delle principali classifiche che stimano la ricchezza nella varie nazioni del mondo.

Al tempo stesso, è noto che l’Africa sia in realtà ricchissima di risorse, a partire da diversi territori noti per l’attività estrattiva di petrolio, gas naturale, diversi metalli e diamanti, e non ultimi dei chilometri sconfinati di terreni agricoli, che attualmente danno lavoro alla maggioranza della popolazione totale (circa il 60%).

E se c’è un paese al mondo che ha mostrato lungimiranza e creduto nelle potenzialità di questo continente, è la Cina. Uno dei paesi che ha ricevuto maggiori benefici dalla presenza cinese è l’Etiopia, che ha vissuto un grande rinnovamento e oggi vive in pace con la vicina Eritrea (dopo una lunga guerra tra i due territori).

In Etiopia il prodotto interno lordo mostra grandi segni di miglioramento annuale, grazie all’espansione del settore secondario e terziario, nonché alla ripresa generale del settore agricolo, grazie agli investimenti nel miglioramento delle sementi, dell’irrigazione e dei fertilizzanti.

Nelle scorse settimane, il Ministro degli Esteri di Pechino ha visitato il paese, e in questa occasione ha rinnovato l'impegno di investire per promuovere lo sviluppo interno. L’intento profondo è di ridurre le perdite pari a 53 miliardi di dollari l’anno nel continente africano a causa di immobilismo e malnutrizione.

Inoltre, l’Africa avrà il 65% di tutta la terra arabile rimasta per nutrire il mondo entro il 2050, anno nel quale si stima che la popolazione mondiale arriverà a sfiorare i 9,7 miliardi di persone. Ne consegue che questo continente, in termini di agricoltura, potrebbe determinare il futuro del cibo del mondo intero.


Fonte: Affari Italiani

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli