Il minestrone alla milanese

Nel libro "Oryza", dedicato alla storia del riso in Italia, si trova una testimonianza riguardo l'antica essenza del minestrone alla milanese

Il minestrone alla milanese

 

“Il minestrone alla milanese – Una testimonianza fuori dubbio”, liberamente tratto da “Oryza”, di Enzo Lo Scalzo con la Delegazione di Milano Internazionale dell’Accademia Italiana della Cucina. Storia e tradizioni del riso italiano a tavola – Tomo I 


In questo ricchissimo volume, la cui stampa è stata limitata a soli 300 esemplari, è contenuta la storia d’Italia del riso, con non pochi accenni anche alle tradizioni internazionali legate a questo cereale. Fra le pagine, ci siamo soffermati a leggere una sezione dedicata al minestrone alla milanese: viene descritto come un corroborante mix a base di un sapiente equilibrio (proprio di ogni famiglia, così come negli specifici ingredienti) di riso, lardo, patate, pomodori, zucchine, carote, sedano e immancabili fagioli, il tutto aromatizzato con aglio, salvia e prezzemolo, e servito in tavola con un’irrinunciabile spolverata di formaggio grana. 

A testimonianza di questa ricetta antica, l’autore propone un brano scritto da Giovanni Rajberti (Milano, 1805 – Monza, 1861), rimasto celebre nella storia come “medico-poeta”, che dedicò anche una specifica opera alla buona tavola (L'Arte di Convitare, 1850-1851). È proprio una emozionante descrizione ottocentesca della ricetta del minestrone alla milanese l’oggetto del ritaglio di oggi, che potrete visualizzare, ingrandire e leggere nell’immagine in testa al presente testo. 
 

Scritto da Sara Albano

Laureata in Scienze Gastronomiche , raggiunta la maggiore età sceglie di seguire il cuore trasferendosi a Parma (dopo aver frequentato il liceo linguistico internazionale), conseguendo in seguito alla laurea magistrale un master in Marketing e Management per l’Enogastronomia a Roma e frequentando infine il percorso per pasticceri professionisti presso la Boscolo Etoile Academy a Tuscania. Dopo questa esperienza ha subito inizio il suo lavoro all’interno della variegata realtà di Campoli Azioni Gastronomiche Srl, , dove riesce ad esprimere la propria passione per il mondo dell'enogastronomia e della cultura alimentare in diversi modi, occupandosi di project management in ambito di promozione, eventi e consulenza per la ristorazione a 360°, oltre ad essere referente della comunicazione on e offline di Fabio Campoli e parte del team editoriale della rivista Facile Con Gusto.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli