Toast caldi alle uova

“Toast caldi” liberamente tratti da “Le uova – 300 ricette di Luigi Carnacina”, Edizioni Calderini, 1966

Una pubblicazione che ha oltre cinquant’anni d’età, ma rappresenta un vero piccolo tesoro da custodire nella propria biblioteca gastronomica. L’autore è Luigi Carnacina (Roma, 1888 – 1981), personaggio chiave che funse da “trait d’union” tra cultura della ristorazione francese ed italiana.

Da Carnacina assunsero un maggior ruolo di rilievo non solo i cuochi, ma anche i maître. Questo grazie ai numerosi testi scritti nei quali si occupò di cucina nazionale e internazionale al tempo stesso. A soli 12 anni iniziò a svolgere i mestieri di cameriere e sguattero nell’osteria del suo padrino, per poi lasciare l’Italia a 14 anni per iniziare una vera e propria ascesa nella gerarchia alberghiera. La sua più grande fortuna fu probabilmente quella di conoscere Auguste Escoffier, con il quale lavorò poi all’Hotel Savoy di Londra, e che lo assunse nel 1920 come direttore del suo Restaurant de l’Ocean di Ostenda (città portuale belga). Carnacina si affermò dal 1933 come maître d'hotel nonché direttore generale di alberghi e ristoranti, spaziando tra lussuosi luoghi di lavoro che lo portarono dall’Europa fino all’America.

Nel 1956 si ritirò dalle sue attività per dedicarsi alla stesura di testi che riflettessero le sue esperienze nel campo della gastronomia, tra cui questo interessantissimo tutto dedicato alle uova, dal quale abbiamo scelto di estrarre per voi dei golosi suggerimenti per toast caldi che ne prevedono l’impiego seguendo interessanti abbinamenti.

Scritto da Sara Albano

Diplomata al liceo linguistico internazionale di Taranto, sua città di nascita, raggiunta la maggiore età sceglie di seguire il cuore trasferendosi nella food valley d’Italia, conseguendo la laurea magistrale in scienze gastronomiche presso l’Università di Parma, per poi intraprendere un master in Marketing e Management per l’Enogastronomia a Roma e il percorso per pasticceri professionisti presso la Boscolo Etoile Academy a Tuscania, dopo il quale ha subito inizio il suo lavoro all’interno della variegata realtà di Campoli Azioni Gastronomiche Srl,  dove si occupa oggi di back office, redazione e project management a 360°, sia in ambito di ristorazione ed eventi, che in ambito di attività che coniugano la gastronomia ai settori dell’editoria, del marketing e della comunicazione. 

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi