Nuovo approccio al gonfiore addominale

La causa di questo disturbo non è sempre legata al cibo che si assume: scopriamo come ridurlo e imparare a gestirlo

Nuovo approccio al gonfiore addominale

Quando ci sentiamo gonfi, tendiamo a dare la colpa al cibo o alle bevande che abbiamo consumato di recente. E mentre il cibo (e il modo in cui lo digeriamo) può influenzare il gonfiore in maniera determinante, c'è un altro fattore che spesso non viene preso in considerazione: le nostre emozioni.

Sentimenti ed emozioni giocano un ruolo importantissimo e influiscono sulla capacità del corpo di funzionare correttamente. Sempre più ricerche scientifiche supportano la connessione tra le emozioni e la salute fisica. Uno studio pubblicato sul Journal of Physiology and Pharmacology ha confermato che lo stress altera le interazioni cervello-intestino, portando a disturbi gastrointestinali che causano per l’appunto gonfiore, tra i tanti. 

Attraverso il mio lavoro da Health Coach, con specializzazione in salute olistica dell’intestino, sono arrivata a capire che solo lavorando anche per il benessere e l’equilibrio emotivo, potremo veramente essere sani e sentirci bene

Proprio come per il cibo, il modo in cui elaboriamo i sentimenti può impattare su come ci sentiamo. Pensiamo al cibo che mangiamo: dobbiamo masticarlo, digerirlo, elaborarlo per poi eliminare ciò che resta. Se lo digeriamo male o lo tratteniamo, porta a gonfiore, stitichezza e a pericolosi disturbi lungo tutto il tratto gastrointestinale e oltre.

Allo stesso modo, non riuscire ad elaborare sentimenti di colpa, rabbia, insicurezza, frustrazione, ecc., può contribuire ad accrescere i livelli di stress e a compromettere il processo digestivo. Quindi quando tratteniamo, fisicamente o emotivamente, non solo ci sentiamo pesanti e bloccati, ma possiamo anche ammalarci! Prima di passare ai suggerimenti pratici su come ridurre le emozioni negative, vorrei lasciarti due approfondimenti a seconda che tu soffra di gonfiore dovuto all’alimentazione o alla sfera emotiva:
Leggi qui  l’articolo “5 Modi per Ridurre Efficacemente il Gonfiore Addominale”
Leggi qui l’articolo “5 semplici Modi per essere Felici praticando la Mindfulness (per persone super impegnate!)”

Come ridurre le emozioni negative
Ascolta le tue emozioni, invece di ostinarti a volerle cacciare via, in modo che ti attraversino liberamente e non influiscano negativamente su di te, sul tuo corpo o sulla tua energia. Una volta che hai preso consapevolezza della sensazione, fermati un momento. Fai un respiro profondo e poi stai con la rabbia, la vergogna, il senso di colpa, l'ansia, la frustrazione o la paura. Non inibirle, reprimerle, ignorarle o cercare di conquistarle. Stai semplicemente con esse con un atteggiamento di aperta curiosità e accettazione.

Aprendoti e abbracciando le emozioni negative, crei uno spazio mentale dal quale guardarle ed esserne testimone invece di esserci dentro fino al collo. E scoprirai che tu non sei la tua rabbia, la tua paura o il tuo dolore. Sei molto più grande di questo. Pensa di avvolgere la tua emozione difficile proprio come una madre abbraccia il suo bambino turbato.

Lascia andare. Pensa a questo come a un modo per digerire i tuoi sentimenti, nello stesso modo in cui digerisci e poi elimini gli scarti del cibo. Concentrarti sulla sensazione può non essere piacevole ma non durerà a lungo. Alla fine scorrerà e verrà rilasciata dal tuo corpo in una sorta di "disintossicazione emotiva".. Tutte le emozioni sono temporanee. Sorgono, rimangono per un po' e poi scompaiono. Vanno e vengono, come le onde del mare, che arrivano e si allontanano. Il tuo compito è semplicemente quello di permettere a questa onda di esistere e di esserne testimone con pazienza, mentre cambia continuamente forma e alla fine scompare.

Prova a tenere un diario la sera prima di andare a letto, ti aiuterà ad elaborare le emozioni favorendo la calma e l'equilibrio emotivo.

Muovi il tuo corpo. Dedica almeno 30 minuti a te stesso ogni giorno per svolgere un'attività antistress che ti piace, come lo yoga, lo stretching o la meditazione. Gli studi dimostrano che il movimento regolare può influire sulle emozioni, portando alla riduzione della negatività e dello stress e aiutando a modulare il gonfiore e l'infiammazione.
Inoltre, mantenere una vita attiva influenza enormemente i livelli di energia, l’umore, la digestione e la tua capacità di risplendere da dentro!

Il corpo e la mente sono profondamente interconnessi. Lavorare per migliorare sia il processo digestivo che i sentimenti, ti permetterà di essere complessivamente più felice e più sano.

Scritto da Chiara Sartori

Integrative Nutrition - Certified Health Coach.

La salute è un viaggio non un punto d’arrivo. Tutti possiamo fare dei piccoli passi per potenziare il nostro benessere e lo stile di vita a prescindere dall’età. La vita è fatta per essere goduta fino in fondo ma per poterla apprezzare appieno dobbiamo avere energia, vitalità e forma fisica. Lavorare nel marketing di un’azienda che distribuisce un supplemento nutrizionale per 25 anni mi ha fatto entrare in contatto con tematiche quali alimentazione corretta e bilanciata, benessere e stile di vita, che fin da subito ho deciso di approfondire. In seguito a seri problemi di salute ed avendo compreso l’enorme contributo dell’alimentazione in questo senso, è nata in me una vera e propria passione per questi argomenti.

Ho frequentato la Scuola di Nutrizione Integrativa (Institute for Integrative Nutrition, NY) e il Corso Avanzato di Specializzazione in Salute dell’Intestino seguendo un percorso alla scoperta del vero cibo e dell’importanza di una nutrizione personalizzata.

Oggi, fare la differenza nella salute e nel benessere delle persone mi rende davvero felice.

Webwww.naturalmentechiara.com

FB: ChiaraNaturalmente  

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli