Le patate peruviane

Sono strambe, sono belle, e celano sapori originari differenti dalle varietà di patate che coltiviamo in Europa: scopriamone le differenze

Le patate peruviane

Quando si parla di biodiversità in materia di prodotti agricoli, è impossibile non citare le patate peruviane! E’ proprio di questa terra sudamericana, nonché dei vicini Messico, Ecuador, Bolivia e Cile, che sono originari gli amati tuberi, sempre più amati in tutto il mondo (rappresentano la quarta specie vegetale più coltivata al mondo dopo i cereali primari, ovvero grano, riso e mais) nelle loro innumerevoli versioni, fritte, bollite o arrostite, nonché in forma di duchesse, puré e perfetti da utilizzare anche come addensanti naturali in tante ricette, come le vellutate.

 

Ma fate ben attenzione, perché nonostante il trascorrere dei secoli, il Perù ha il plauso di essere riuscito a mantenere viva la tradizione della coltura di circa 3000 varietà locali, la cui componente genetica risalirebbe alle colture Inca e Preincaiche. Come si denota nell’immagine di copertina di questo articolo, queste patate assumono forme e colori diversi, e la loro irregolarità nell’aspetto e nella dimensione suscita una certa simpatia: ricorda prodotti antichi che celano nella loro polpa (altrettanto colorata nonché variegata nella consistenza) non solo un grande bagaglio storico, ma anche sapori genuini dimenticati.

 

Il Perù nel 2012 è arrivato a schierarsi apertamente contro alcune multinazionali, vietando la coltivazione di prodotti OGM nel paese per almeno un decennio: il timore è che questa tipologia di pratiche comprometta la sopravvivenza delle specie agricole native di questo meraviglioso territorio, tra cui le patate e anche il mais, qui coltivato anche in una bella, salutare e originaria versione dai chicchi di colore viola. Non sono tuttavia vietate le ibridazioni naturali fra varietà locali: alcuni anni fa è ad esempio nata la varietà Kawsay, resistente alla problematica della peronospora, dalla più alta resa per ettaro e versatile per diverse preparazioni di cucina, caratterizzata da una polpa farinosa, che mira ad essere esportata in tutto il mondo.


Fonte: Green me

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff alla costante ricerca di informazioni utili e notizie attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli