Coppia che viaggia…

…coppia che assaggia. In vacanza e nel tempo libero, il cibo mette (non sempre) d'accordo uomini e donne

Coppia che viaggia…

Diciamo la verità: in molti casi, trascorrere il tempo libero e viaggiare con il partner rappresenta anche trovare un vero “equilibrio” nella soddisfazione dei desideri e dei gusti di entrambi. E spesso ciò che può rappresentare sia motivo di armonia che di discordanza è proprio il tema cibo.

L’assaggio dei piatti tipici di un luogo, il passeggiare tra mercati agroalimentari e il mettersi in fila per provare il cibo offerto dai food truck spesso mettono d’accordo i due sessi, ma non per quanto concerne le attività da praticare e abbinare all’enogastronomia.

Lo racconta Roberta Garibaldi, coordinatrice dell’Osservatorio sul Turismo Enogastronomico Italiano, che ha esaminato cosa caratterizza i comportamenti di maschi e femmine durante viaggi e weekend.

L’analisi condotta ha portato alla luce un’attenzione comune di entrambi verso il mondo dell’agroalimentare, sottolineando un particolare interesse per la birrae il vino, anche se in Italia il consumo di quest’ultimo rimane una passione soprattutto maschile: il 65,7% degli uomini consuma vino contro il 40,3% delle donne, mentre si rileva una riduzione di valori nell’ambito del turismo: il 43% degli uomini quando è in viaggio afferma di recarsi almeno una volta in una cantina per visite e degustazioni, contro il 38% delle donne. Inoltre, dallo studio emerge il 37% degli uomini e il 32% delle donne ha preso parte ad eventi e festival in tema enologico, rivelando dunque un buon interesse comune.

La ricerca svela inoltre che anche il consumo di birra è ancora fortemente maschile (63,4% degli uomini contro il 33,5% delle donne).

Ma i dati sulla nuova bevanda più amata dagli italiani cambiano se ci si riferisce al consumo in ambito turistico: agli eventi a tema birra, prendono parte il 41% degli uomini ed il 36% delle donne, superando il vino. 

Idee divergenti quando si arriva a parlare delle attività preferite da abbinare all’enogastronomia: se i maschi preferiscono vacanze attivee che prevedano perché no anche attività sportive (81%), le femmine mostrano una predilezione per la scoperta del territorio attraverso lacultura, dai musei alle esperienze e il contatto con i cittadini tra le strade delle città (84%).

Fonte: Ansa

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi

Altri articoli