Un premio per Beeing

La start up che produce miele “mettendo al sicuro le api”

Un premio per Beeing

“Aiutiamo chi ama le api. Sviluppiamo strumenti innovativi che semplifichino le attività di chi si prende cura ogni giorno di questi animali fantastici. Arnie moderne per apicoltori urbani, sensori per apicoltori professionisti e dati in real time per gli agricoltori, al fine di monitorare l’impollinazione”

E’ questa la mission di Beeing, start up tutta italiana (i fondatori provengono da Faenza, ndr) che ha brevettato un’arnia moderna quanto speciale, in grado di incentivare la produzione di miele anche in contesti urbani, attraverso una nuova tecnica di estrazione che non comporta il contatto degli operatori con le api.

A questo progetto, in occasione dell’evento “Think4Food: scenari futuri per l’economia agroalimentare”, ospitato dalla Fondazione Fico, è stato assegnato un premio pari a 3500 euro, grazie alla promozione del concetto di sostenibilità e alla conseguente possibilità di crescita dell’idea, entrando in connessione con grandi imprese leader del mercato. 

“Se le api scomparissero dalla faccia della terra, all'uomo non resterebbero che quattro anni di vita”: una frase erroneamente attribuita ad Albert Einstein, ma che occorre tenere bene a mente, poiché è importante ricordare che tutelare le api non si riflette solo su questioni economiche legate alla vendita del miele, ma sull’agricoltura intera. Senza il lavoro degli insetti impollinatori, infatti, si stima che tre cibi su quattro sparirebbero presto dalle nostre tavole. 

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli