Moon milk

Contro lo stress e i cattivi pensieri, per favorire il sonno e la serenità, non c’è rimedio migliore di un latte caldo speziato

Moon milk

Sono le piccole coccole quotidiane che fanno la differenza sul nostro stile di vita. Tra di esse, soprattutto nei mesi invernali, figurano tante bevande calde: non solo infusi e tisane, ma anche avvolgenti delizie a base di latte (animale o vegetale).

C’è a chi piace sorseggiarle durante la giornata (aiutandosi in questo modo, fra l’altro, ad aumentare il senso di sazietà), ma è innegabile che per tantissimi costituiscano un vero rito da riservare al momento della sera, dopo la cena e prima di andare a dormire, per conciliare il relax.

Ma se fino a qualche tempo fa l’ultima moda in fatto di bevande benefiche e rilassanti era il golden milk (a base di latte e curcuma), la scena si è allargata al moon milk, letteralmente “latte di luna”. Una tradizione che arriva da lontano, più precisamente dall’India, che aiuterebbe ad allontanare lo stress, le tensioni e i cattivi pensieri.

Nell’antichità era un preparato molto utilizzato dalla medicina ayurvedica, proprio per facilitare il sonno e combattere la spossatezza. E prepararlo è davvero semplicissimo, dal momento che non si tratta altro che di latte caldo incentivato dal gusto e dalle proprietà delle spezie e del miele.

Il moon milk consente inoltre di divertirvi come veri alchimisti a scovare la vostra combinazione di spezie preferita, in fatto sia di sapore che di effetti positivi sul sistema nervoso (ma anche sui processi di digestione). Le più utilizzate sono la cannella, la noce moscata, il cardamomo, la curcuma, lo zenzero, ma anche lo zafferano e il pepe nero.

Un ultimo consiglio: evitate di portare le spezie sul fuoco, piuttosto scaldate prima il vostro latte, poi una volta spento versatevi all’interno le spezie, mescolando bene.

Più tempo lascerete il latte riposare, più si aromatizzerà al meglio. Cosa aspettate a provarlo e a raccontarci tra i commenti qual è la vostra combinazione di spezie preferita?

Photo made in AI

Scritto da Redazione ProDiGus

Il nostro staff in costante elaborazione e ricerca di informazioni utili e attendibili nel mondo del food&beverage

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli