La qualità del tè freddo

In piena estate il tè preferito diventa quello freddo: scopriamo come prepararlo ad arte con i consigli di Luciano Riccini o Ricci

La qualità del tè freddo

Tè freddo zuccherato... oppure tè freschi dissetanti e benefici? Questo è il dilemma, soprattutto quando le temperature salgono e con esse anche la voglia di qualcosa di dissetante. Venduti pronti in bottigliette e lattine, contengono spesso troppo zucchero nonché sostanze aromatizzanti che ne falsano il sapore: il vero e buon tè freddo è quello che si può preparare in casa a partire da una selezione di prima qualità in grado di trasferirci gusto e benessere autentici. 

Quali tipologie di tè preferire per versioni eleganti al palato da gustare fredde? Esistono anche particolari tisane adatte allo scopo?

Chi mi segue nei miei articoli, sa che prediligo esaudire i desideri del palato dei clienti piuttosto che creare dei prodotti "civetta" dedicati all'estate. Facciamo intanto una distinzione sul concetto di TÈ FREDDO: fino a pochi anni fa, il concetto di tè freddo era legato quasi esclusivamente a bevande commerciali già pronte cariche di zucchero, aromi artificialie esaltatori di sapori, oppure si poteva trovare del tè freddo "artigianale" che qualche barista preparava con le classiche bustine di tè nero industriali (se non peggio con le polverine bianche pronte da diluire), non aromatizzato e magari servito ad una temperatura da frigo (4°/6°C), troppo fredda per essere percepita dal palato: infatti tutto ciò che viene servito troppo freddo anestetizza in qualche modo le ghiandole ricettive del nostro palato.

Altra cosa è il tè freddo che si ottiene da un vero infuso di foglie di tè aromatizzate naturalmente con dei pezzetti di frutta, fiori e spezie oppure agrumi. Utilizzare del tè verde oppure altre tipologie non fa distinzione se non nel gusto personale, l'importante è che sia tè sfuso e di qualità, perché solo partendo dalle materie prime buone si ottengono prodotti buoni... con materie prime scadenti si ottengo solo bevande scadenti!

Quali sono i tempi e le temperature d’infusione per un buon tè freddo e le sue migliori modalità di raffreddamento?

In realtà è tutto molto semplice e possiamo realizzare i nostri tè dissetanti e naturali in due modalità:

  • La prima è quella istantanea, cioè infondere il tè in acqua calda come fate in inverno e poi una volta terminati i minuti d'infusione (2/3 per i tè verdi – 3/4 per i tè neri); togliete le foglie dalla vostra tazza e parallelamente riempite un'altra tazza con del ghiaccio, poi versate il tè caldo nel ghiaccio e dopo pochi secondi avrete una bevanda con una temperatura fresca intorno ai 20°C che non provocherà disagi al vostro stomaco o intestino e vi disseterà naturalmente mantenendo tutto il gusto del tè che avrete scelto, essendo oltretutto priva di zucchero, questa è la modalità "On The Rocks" che si usa anche per alcuni liquori alcolici.
  • La seconda invece è molto più semplice ma io consiglio di utilizzarla solamente per tutti gli infusi di frutta o Rooibos e per i tè con aromatizzazioni molto fresche (lime e menta, pesca e albicocca, etc.); con questa modalità un tè alla Vaniglia risulterebbe troppo pesante e poco dissetante. Ma passiamo alla preparazione: la sera prima di andare a letto mettete in una caraffa da un litro 4 cucchiaini di tè (circa 12/15 gr), poi versate acqua a temperatura ambiente senza riscaldarla, mettete la caraffa in frigo e lasciate riposare per tutta la notte, la mattina seguente togliete le foglie dall'infusione e avrete la vostra bevanda pronta che durerà per tutta la giornata, la bevanda può tranquillamente stare fuori dal frigorifero perchè risulterà sempre piacevole e non supererà mai la temperatura ambiente che è ottimale per dissetarsi in estate. Ad ogni modo, per raffreddarla ulteriormente potete aggiungere due o tre cubetti di ghiaccio. Questa è una modalità "sostenibile" energeticamente parlando, visto che non avrete bisogno di scaldare l'acqua.

 
Non in ultimo, cosa consigli per un ottimo servizio del tè freddo?

Per un ottimo servizio e un piacevole effetto visivo utilizzerei dei mug di vetro, magari conservandoli nella ghiacciaia così avrete quell'effetto "appannato" dove però è ben visibile il colore del tè che avrete scelto. Torno a ripetere che se rispetterete i tempi d'infusione, con queste bevande non sarà necessario aggiungere zucchero, quindi le calorie di una tazza di tè saranno solamente quattro. Utilizzate queste bevande anche per pasteggiare magari con delle paste fredde o insalatone ricche. Un saluto e buona estate a tutti!
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto dell'infusione "prima e dopo" (by Tea Perugia - La Pianta del Tè)

NARRATORE DI TE'

“Il Tè è la scusa migliore per dedicare del tempo a se stessi”

Con un esperienza di oltre 20 anni nel campo delle tea & Coffee House , ha da sempre avuto una sensibilità differente nei confronti del cliente finale. L'attenzione nella spiegazione del prodotto e la continua ricerca sulle caratteristiche, sui cenni storici, e sulle culture provenienti da ogni parte del mondo, ne fanno un vero NARRATORE DI TE', termine da lui stesso coniato per definire al meglio la sua professione.

Tea sommelier e selezionatore di prodotti, ha effettuato attività di insegnamento e consulenza in diverse organizzazioni nazionali. La sua mission è quella di infondere la cultura del tè in Italia, E' suo l'originale format dell'Emotional Tea Experience, un appuntamento per condividere insieme a lui la cultura del Tè.

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi


Altri articoli