Risotto torbato con speck croccante

Procedimento

  1. In un pentolino riponete lo speck e ½ bicchiere di vino, lasciando il tutto a riposare per 30 minuti.
  2. In una casseruola, preparate un fondo con il burro, e quando è caldo aggiungete il riso facendolo tostare.
  3. Bagnate con il whisky, fate evaporare e proseguite la cottura con il brodo vegetale bollente.
  4. A parte, fate cuocere dolcemente lo speck fino a farlo diventare  leggermente croccante (mai troppo cotto altrimenti diventa sapido e leggermente amaro).
  5. Al momento di mantecare, a fine cottura, fuori dal fuoco,  unite i cubetti di scamorza, lavoratelo fino a farlo divenire filante.
  6. Servite al piatto cosparso di speck e un poco di prezzemolo tritato al momento.

Consigli 

Pensando a risotto e provola si pensa solitamente a un piatto invernale, ma il whisky e il brodo di sedano arricchiscono la ricetta di sfumature insolite, perfette per incontrarsi con le note affumicate per un risultato di grande eleganza. 

Il vino è solo la più comune delle tante matrici liquide alimentari utilizzabili per l’ottenimento di un risotto. Come consiglio spesso di fare, potrete inventare voi stessi numerose ricette divertendovi a variarne l’aromaticità utilizzando ad esempio grappe e distillati o infusi profumati. 

Ingredienti per 4 persone

Riso Vialone Nano 240g
Burro 20g
Whisky scozzese torbato 2 bicchieri
Brodo di sedano 1l
Scamorza affumicata 100g
Speck tagliato a julienne 80g
Vino bianco  1/2 bicchiere
Prezzemolo 2 ciuffi
Sale fino q.b.

 

Scritto da Fabio Campoli

Fondatore dell’azienda Azioni Gastronomiche e della testata giornalistica on-line Prodigus (Promotori di Gusto), Fabio Campoli è oggi affermato consulente per aziende ed esercizi ristorativi italiani ed esteri, nonché autore e conduttore di programmi televisivi e radiofonici, consulente per l’industria cinematografica e food designer, pluripremiato in ambito culinario e comunicativo.

0 Commenti