Scienza in cucina per tutti

“Einstein al suo cuoco la raccontava così”, di Robert L. Wolke, Universale Economica Feltrinelli Editore 2010, 8 euro

“Vi siete mai chiesti cosa succede ai vostri cibi nel microonde? Perché la carne rossa è rossa? Se le pentole a pressione sono veramente a prova di esplosione? Come cavarsela con crostacei e ostriche vive? Perché l’acqua bolle? Leggere questo libro e le ricette che lo accompagnano sarà come mettersi ai fornelli con uno scienziato al vostro fianco, pronto a spiegare divertito tutti i fenomeni chimici e fisici nascosti nei vostri gesti e nei vostri piatti”.

Così recita la presentazione sul retro di questo libro, che invita già a pregustarne i contenuti, che conquisteranno soprattutto coloro che sulla cucina hanno tante domande e curiosità, e vorrebbero scoprire con facilità di comprensione alcuni segreti basilari della chimica e della fisica degli alimenti in cucina.

Tradotto da Folco Claudi e Adriana Giannini, il testo di Robert L. Wolke - chimico americano attualmente professore emerito di chimica presso l'Università di Pittsburgh, nonché editorialista del Washington Post e autore di diversi volumi – è una delle sue migliori messe in atto della capacità di spiegare i fenomeni quotidiani utilizzando termini non tecnici, con un linguaggio che diventa dunque accessibile a tutti.

Wolke dimostra, anche a chi fosse ancora scettico in merito, che la cucina non consiste di sola arte e buongusto, ma anche e forse soprattutto di scienza, tra tanti sofisticati processi che giornalmente avvengono sotto i nostri occhi e ad opera delle nostre mani senza nemmeno accorgercene. Essere pronti a comprendere i perché di questi fenomeni rappresenta un’apertura per la mente importante per se stessi e di riflesso anche per il proprio stile gastronomico.

Una lettura piacevole e istruttiva che fornirà consigli, nuove prospettive e risposte a tante curiosità, dalla spesa al supermercato fino al servizio dei piatti in tavola, sotto una visione d’analisi scientifica ma al tempo stesso insospettabilmente scorrevole e divertente.  Il regalo ideale per una persona cara che ama cucinare, ma anche per le nuove giovani leve del mondo della ristorazione.

Accanto ad innumerevoli risposte a domande comuni e non sul mondo “scientifico” dell’alimentazione, questo libro contiene al termine di ogni sezione anche le ricette della moglie di Wolke (Marlene Parrish, ndr), tra cui la gelatina allo champagne, gli hamburger al sale, il budino al caffè e soia. Sia la James Beard Foundation che l'International Association of Culinary Professionals hanno nominato questo volume il miglior libro tecnico di riferimento del 2005 (anno della pubblicazione in lingua originale

Scritto da Sara Albano

Diplomata al liceo linguistico internazionale di Taranto, sua città di nascita, raggiunta la maggiore età sceglie di seguire il cuore trasferendosi nella food valley d’Italia, conseguendo la laurea magistrale in scienze gastronomiche presso l’Università di Parma, per poi intraprendere un master in Marketing e Management per l’Enogastronomia a Roma e il percorso per pasticceri professionisti presso la Boscolo Etoile Academy a Tuscania, dopo il quale ha subito inizio il suo lavoro all’interno della variegata realtà di Campoli Azioni Gastronomiche Srl,  dove si occupa oggi di back office, redazione e project management a 360°, sia in ambito di ristorazione ed eventi, che in ambito di attività che coniugano la gastronomia ai settori dell’editoria, del marketing e della comunicazione. 

0 Commenti

Lasciaci un Commento

Per scrivere un commento è necessario autenticarsi.

 Accedi